Les Copains

Les Copains sta attraversando un profondo processo di ristrutturazione. Di cosa si tratta nel dettaglio?
Abbiamo tracciato un percorso strategico/industriale molto preciso che ha  investito tutte le aree di business dell’azienda, con l’impiego di risorse sia umane che finanziarie. Stiamo rispettando i tempi che c’eravamo dati e direi che in particolar modo sta procedendo molto rapidamente il rafforzamento dell’area prodotto con l’inserimento di nuovi designer che stanno dando maggior contemporaneità e glamour alla collezione. Inoltre a partire dalla collezione p/e 2009  abbiamo lavorato sull’immagine e sulla comunicazione creando un nuovo mood sia alla campagna pubblicitaria che alle vetrine dei negozi. Il secondo step è stato un lavoro più profondo…dietro le quinte, un passo obbligato per essere alla pari con la complessità del business. L’azienda infatti, si è fortemente ristrutturata, ha tagliato i business non strategici e si è concentrata sull’heritage del brand e su una nuova e più flessibile struttura manageriale per affrontare questa nuova sfida. Inoltre un altro aspetto importante è quello di aver riportato il know-how all’interno dell’azienda. 

E’ questo il punto di forza su cui state basando questo rilancio?
Sicuramente, l’altissima qualità e autenticità del nostro prodotto è ciò da cui siamo partiti per questo nuovo corso dell’azienda. Stiamo investendo tantissimo in tecnologia e innovazione in quello che è il nostro know –how cioè la maglieria che per noi rappresenta un’arte… una sorta di bottega rinascimentale. Il nostro primo obiettivo infatti, è rilanciare il “made in Bologna”, vale a dire riscoprire l’artigianalità  e la provenienza come cifra distintiva dei nostri prodotti…

Campagna Les Copains A/I 2008 e P/E 2009

Diceva che siete in linea con il business plan… qualche dato?
Confermo il pieno rispetto delle previsioni e anzi posso affermare che il consuntivo 2008 sarà decisamente migliorativo con una crescita del margine industriale di 5 punti rispetto al 2007.

Quali sono gli obiettivi ancora da raggiungere?
Ce ne sono ancora molti… anche perché gli obiettivi che abbiamo su Les Copains sono davvero ambiziosi: vogliamo ritornare ad occupare i primi posti fra le griffe internazionali. Con molta umiltà devo dire che questo è un percorso appena cominciato, dove c’è ancora molto da fare e sono state previste delle tappe ben precise. Il prossimo step (dopo il lavoro di cui ho parlato prima) che partirà non prima del secondo semestre 2010, riguarderà l’apertura a nuovi mercati e soprattutto il restyling radicale del lay-out delle boutique.

Come avete modificato i vostri piani in base alla situazione di mercato?
I nostri piani sono rimasti esattamente gli stessi … Sicuramente c’è stato un rallentamento dei consumi di cui dobbiamo ancora vedere l’impatto . Ci saranno sicuramente effetti negativi, ma credo che sia uno nei rischi del gioco…

Sfilata Les Copains P/E 2009

Quale è il DNA del brand Les Copains oggi?
Nell’approntare il business plan abbiamo fatto una ricerca di mercato e sono rimasto positivamente sorpreso dai risultati: il consumatore finale ha ancora una visione piuttosto nitida dei valori del marchio, fatti di eleganza e sportività. L’immagine è molto meno appannata di quello che potevamo immaginare.

…Ma se dovesse indicare un prodotto Les Copains per definizione?
Da sempre Les Copains è sinonimo di maglie sofisticate e un po’ audaci, come i golf a righe da marinaio bretone in versione femminile o i pull in cashmere lavorati con punti inediti…  Un’innovazione importante, caratteristica del brand è la lavorazione a grana di riso nata per caso da un difetto della fabbricazione della maglia sui telai e trasformata in un cavallo di battaglia dell’azienda.
L’obiettivo nuovo, che diventerà il nostro esercizio più importante nel  futuro, sarà quello di creare un concetto di “maglieria globale”: ovvero da una maglia creare un tessuto e viceversa per poi abbinare tutto insieme, con glamour e stile non solo di forme ma anche di volumi.

Avete appena lanciato la linea Gym Les Copains…ce ne vuole parlare?
L’abbiamo chiamata Gym Les Copains e ne siamo molto soddisfatti: si tratta di una collezione che è la giusta sintesi tra normali abiti per tutti i giorni e capi supersportivi e tecnici, rivisitati in versione Les Copains. Partner del nuovo progetto è Meeting Group, azienda di Treviso con oltre 40 anni di esperienza  e leader nella creazione e produzione di sportswear in Italia. La collezione coniuga il know-how più avanzato legato all’abbigliamento fitness ad una estetica raffinata, come nella proposta di felpe di cachemire impreziosite da stampe lurex e dai dettagli delle cuciture con fili metallici, o nella presenza, tra gli altri, di piumini siliconati in nylon melange.

Su quali mercati vi focalizzerete per le prossime stagioni?
Les Copains è presente su tutti i mercati convenzionali fatta eccezione per la Cina dove stiamo iniziando adesso ad avere i primi contatti per sviluppare un programma retail molto ambizioso a partire dal 2010. Ci siamo concentrati prima in Italia e poi siamo passati in maniera massiccia nell’est europeo e in Russia, anche se i progetti sono un po’ rallentati a causa della situazione di quel mercato, non più facile come qualche anno fa. 

I monomarca sono strategici nel vostro progetto?
I monomarca non sono strategici nel nostro piano, ma hanno ovviamente un loro “posto”. Rimaniamo un’azienda che ha una cultura soprattutto wholesale … anche se riteniamo questo canale importante e in futuro ci muoveremo su entrambi i fronti. 

Dalla vostra avete una grande solidità finanziaria. La utilizzerete per eventuali acquisizioni?
Niente è escluso. Oggi ci troviamo nella condizione di poter fare delle belle scelte e far diventare la BVM il luogo dove oltre Les Copains possa essere ospitato un altro brand in licenza o di proprietà a seguito di un’acquisizione . Se si presenterà l’occasione giusta confacente alla nostra cultura e ai valori di qualità e unicità, sicuramente non ce la faremo scappare!

http://www.pambianconews.com

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...