Come Il Lamantino prevedeva…Sony all’attacco di ITunes

BERLINO – La nuova Apple Tv e i nuovi servizi per noleggiare via Internet film e show televisivi hanno da subito un degno contraltare. All’annunciata offensiva della società della Mela, culminata negli annunci di San Francisco di ieri, ha infatti risposto a dovere Sony nell’affollata conferenza stampa che ha di fatto dato il là (con due giorni di anticipo rispetto all’apertura al pubblico di venrdi) alla 50esima edizione di Ifa. Ad introdurre le novità del gigante nipponico in tema di servizi digitali e convergenza fra Web e Tv – l’altro piatto forte della presenza della multinazionale di Tokyo a Berlino è ovviamente il 3D – è stato in persona il Ceo Howard Stringer.

Che ha prima di tutto, e non a caso, dato enfasi al sodalizio con Google per lo sviluppo della piattaforma, basata su componentistica Intel e periferiche Logitech, che permetterà di navigare a tutti gli effetti in Rete, tramite il browser Chrome, direttamente dai televisori Bravia. Tutto è praticamente pronto, e come ha confermato Stringer, l’avventura della Sony Internet Tv nel segno dei servizi e delle apps di Google, una scommessa nell’era dell’entertainment 2.0 che la casa giapponese vuole assolutamente vincere, partirà in autunno negli Usa.

Il presente si chiama invece Bravia Internet Video (Biv), la tecnologia integrata a bordo dei Tv Sony che abilita l’accesso, tramite appositi Widget e navigando con il telecomando all’interno del menu dell’apparecchio, ai contenuti digitali di social network e affiini. Proprio dal presupposto di rendere sempre più completa l’esperienza di intrattenimento dell’utente che nasce quella che si può considerare come una concreta risposta alle ultime novità di Apple. Con Qriocity, infatti, prende forma un servizio in stile iTunes di contenuti on demand che darà la possibilità a chi possiede un prodotto dotato del sistema Biv di fruire in modalità streaming di un’ampia galleria di film e video in formato digitale. I Tv Bravia (solo i nuovi modelli lanciati nel 2010 però) sono il terminale per eccellenza di questo progetto, ma della partita sono parte integrante anche la console Ps3, i lettori Blu Ray, i sistemi di home theatre e prossimamente anche i computer Vaio. Niente decoder o particolari set top box, niente abbonamenti,e la comodità di selezionare il titolo preferito direttamente dal telecomando (per i nuovi televisori in uscita da fine anno questo sarà dotato di un apposito tasto Qriocity). Questa l’essenza della proposta Sony, che molto probabilmente renderà possibile acquistare il titolo preferito senza utilizzare la carta di credito bensì attraverso delle carte a consumo da acquistare presso i rivenditori specializzati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...