Scooter elettrico per la Mercedes

Due ruote in meno per avere una marcia in più. Lo pensano ormai diverse case automobilistiche convinte che una delle chiavi strategiche del futuro sarà l’offerta integrata di mobilità reperibile presso i concessionari. Dall’automobile fino alla moto e allo scooter, appunto. In questo quadro, si fanno sempre più insistenti le voci di accordo tra Mercedes e Ducati (analizzate a luglio su Motori24.it), attraverso Amg, ma la Stella non si fermerà qui e porterà sullo stand del Salone di Parigi (2-17 ottobre) uno scooter elettrico lanciando così un ulteriore messaggio dal valore doppio: il futuro è a batteria e comprende anche le due ruote.
Tutto accade mentre la Ducati porta a casa Valentino Rossi e dà l’addio alla Superbike per dedicarsi allo sviluppo del prodotto o forse per prepararsi a nuovi assetti industriali che l’avvicinamento tra Stoccarda e Borgo Panigale potrebbe creare. Nel frattempo uomini di Suzuki sono a Wolfsburg e da Volkswagen restituiscono la cortesia ad Hamamatsu per mettere a punto gli ultimi dettagli di un’alleanza che i tedeschi hanno voluto per tre motivi fondamentali: la forza di Suzuki in India, la possibilità di tirare verso il basso la lancetta della CO2 e farlo infine anche con l’aiuto della gamma a due ruote del costruttore giapponese con la prospettiva di integrarla nell’offerta effettiva attraverso la rete commerciale. Il problema sarebbe mettere insieme marchi e tipologie di mezzo distanti.
Un po’ più facile appare il compito di Mercedes poiché Amg e Ducati vogliono dire, in ambiti diversi, prestazioni, esclusività e stile. Su questo piano appare però in netto vantaggio la Bmw che ha tra le mani un marchio e un patrimonio tecnologico elevato, inoltre – cosa più importante – parliamo di brand di pari valore, sia per le auto sia per le moto, e di una capacità acquisita e consolidata dalla rete di vendita nel trattare entrambi i generi ed entrambe le clientele. Mai come in questo caso di possono associare le parole profilo (del cliente) e identità (visiva) grazie a un’equivalenza ancora più spinta ora che Bmw schiera le sue moto anche nel campionato di Superbike così come le sue auto e i suoi motori calcano da tempo le piste di tutto il mondo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...