Quotazione Milan: ecco perchè NO

Il Mondo del calcio significa il proliferare di spese pazze, costi folli e bilanci. Ciò nonostante, il mondo calcistico europeo presenta una discreta esposizione sui mercati, frutto di un avanguardismo finanziario dettato forse più dai sentimenti che dalla ragione; la decisione di investire nelle società di calcio non può essere paragonata in tutto e per tutto alla decisione di investire in un qualsiasi altro titolo del mercato azionario. E’ per questo che occorre in prima linea valutare rischi e opportunità dell’investimento.

Rischi

– Bilanci poco solidi: se si pensa ai recenti casi di “crack” finanziario in ambito calcistico, il rischio maggiore di un investimento di questo tipo consiste nella perdita pressoché totale del valore del titolo data da una possibile disgrazia alla squadra.
– Fallimento sportivo: la riuscita o meno di un’annata calcistica dipende da una molteplicità di elementi poco misurabili. E’ possibile che una squadra figlia di ottimi acquisti navighi in zona retrocessione e viceversa. Lo stesso ragionamento non si può di certo fare in ambito finanziario, dove il futuro è molto spesso frutto di evidenti politiche societarie.
– Volatilità estrema: data l’ipersensibilità del corso all’umore dei tifosi, l’investimento calcistico in borsa non è di certo adatto agli amanti del quieto vivere.

Opportunità

– Attivismo: il primo vantaggio derivante dall’acquisto di un titolo di una società di
calcio è senza dubbio non economico ma personale, legato al senso di
appartenenza, all’attaccamento alla squadra, al desiderio di essere in
qualche modo proprietario della società del cuore. Una caratteristica forse
unica nel complesso mercato della Borsa.
– La riforma Platini: il prossimo avvento del fair play finanziario garantirà senza dubbio una maggiore solidità in termini di bilancio. Chissà che non compaia l’utopico dividendo.
– Settore in via di sviluppo: il calcio non possiede di certo una lunga tradizione sul fronte delle quotazioni. E’ per queste che ancora poco è stato fatto sul fronte della redditività relativa. In Italia, in particolare, si attende lo sviluppo degli stadi di proprietà e di altre significative innovazione; tutto ciò potrebbe giovare al pubblico degli investitori.
– Volatilità estrema: questo elemento compare di diritto anche nelle opportunità. Il segmento è ancora principalmente coperto da “appassionati”, ragion per cui un abile professionista del trading di breve periodo potrebbe ottenere numerose soddisfazioni dai brevissimi trend tipici di questo sistema.
 

Detto ciò la domande che sorge spontanea è:  ma alla fine investire nelle società di calcio europee conviene?

Per valutare la convenienza azionaria del tutto, la cosa più saggia da fare consiste nel consultare l’andamento dell’indice Stoxx Europe Football. Stiamo parlando di un indice che va a comprende 23 club calcistici negoziati sulle borse europee; ha una capitalizzazione flottante di mercato ponderata ridotta al 10% per evitare una posizione dominante di ogni singolo club. Ebbene, contrariamente a quanto si può pensare, investire nel calcio non è poi così male. Partiamo con una valutazione sul lungo termine. In un’ottica a cinque anni l’indice ha guadagnato circa il 13,5%, un risultato degno di nota se si pensa che nel medesimo arco temporale lo Stoxx Europe 600 (un paniere di azioni europee) ha perso circa l’8,1%. Da inizio anno la valutazione è addirittura positiva per il 22,1%; nel medesimo periodo lo Stoxx Europe 600 non va oltre una crescita del 5%. I dati regalano quindi un catartico sospiro di sollievo; una volta tanto, caro biglietti stadi permettendo, essere tifosi conviene.

Ma quindi perché una società con grande potenziale di crescita come il Milan ha da sempre rifiutato l’idea di quotarsi? Nel ’96 il gruppo Berlusconi incarica Rothschild e Lehman Brothers di valutare il club rossonero ai fini di una possibile quotazione, con Galliani che annunciava sulle pagine del Corriere: “Se tutto filerà per il verso giusto troveremo il Milan in Borsa tra un anno, nell’ autunno ‘ 97”. Evidentemente qualcosa cambiò nel Galliani pensiero, tanto dal fargli valutare come “troppo romantico” l’attaccamento rossonero al club per pensare a una quotazione. Ma perché questo cambiamento di idee?

Perché il Milan non si quota?  Sicuramente la quotazione in borsa di un gruppo come il Milan, tipicamente legato alla tradizione familiare, risulterebbe in contrasto con lo storico approccio proprietario. In sostanza si è probabilmente pensato che un’eccessiva dipendenza della società dal capitale altrui fosse un problema. Ma la questione maggiore è che il Milan è un club che ha sempre privilegiato le grandi spese, il tutto con derivanti buchi di bilancio poco adatti a un pubblico di borsa. Se pensiamo invece alla Juve ragioniamo su una delle poche realtà italiane capace di gestire efficacemente i conti, e la recente scelta del club di proprietà le darà sicuramente una spinta in più. Per la Roma, è vero, la situazione è differente, ma non bisogna dimenticare dell’influenza diretta di Unicredit, un gruppo che sicuramente da le dovute garanzie sul fronte della solidità. Infine abbiamo il caso Lazio, dove ormai da anni Lotito si prodiga nel fair play finanziario, sebbene sulle casse pesino 70 milioni di debiti verso l’Erario, frutto del concordato stipulato nel 2005” La borsa quindi, finchè c’è Berlusconi, può tranquillamente attendere..adesso però che si è vociferato di un passaggio di consegne con la figlia….tutto può cambiare.

La quotazione del Milan porterebbe capitali diversi che gioverebbero sia al Cash flow che al buon andamento dei conti….vedremo cosa succederà

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...