Explorer perde colpi

Il browser Web di Microsoft piace sempre meno. Lo dicono i dati di una recente indagine della società di ricerca specializzata StatCounter, che ha monitorato le abitudini dei visitatori di tre milioni di siti (per un totale di circa 15 miliardi di pagine viste ogni mese) in tutto il mondo. La composizione della torta parla chiaro: Internet Explorer si ferma al 49,87% (e al 40,26% in Europa), Firefox si conferma seconda forza con il 31,5% degli utenti e Chrome, il software di navigazione di Google, avanza a passi da gigante prendendosi l’11,54%, triplicando in dodici mesi la propria share e confermandosi davanti ad Apple Safari.

Ciò che fa più specie è però la curva discendente del browser “made in Redmond”. Solo ai tempi della guerra con Netscape Navigator (fine anni ’90) era utilizzato da meno del 50% degli utenti del cyberspazio e la progressione al ribasso è tutta in questi numeri: nel 2002 Explorer deteneva il 90% del mercato dei browser; nel 2008 la sua quota calava al 67% e un anno fa era al 58,4%. Quali le cause? Qualcuno cita gli errori e i ritardi registrati sul fronte degli smartphone, altri imputano a Microsoft una minore spinta innovativa e conseguente leadership tecnologica rispetto al passato. Tocca quindi a Internet Explorer 9, attualmente ancora in versione beta, ridare fiato alle trombe del gigante del software

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...