Linux è preferito a Microsoft e ra 4 anni ci sarà il sorpasso

Quattro a uno. È il rapporto di forza fra l’adozione stimata di Linux e Windows, nei prossimi cinque anni, nei data center delle grandi aziende. Il dato, sicuramente d’impatto ma non poi così sorprendente, arriva da uno studio recentemente pubblicato da Linux Foundation, che ha misurato per l’appunto il livello previsto di nuove installazioni di software open source e di Microsoft in campo enterprise. Il dettaglio è il seguente: dei circa 1.950 manager censiti, poco meno dell’80% ha confermato di aver pianificato di voler aggiungere Linux alla propria infrastruttura, mentre solo poco più del 20% si è detto orientato invece per i prodotti server di Microsoft.

Vi sono quindi altri dati che ribadiscono la maggiore “credibilità”, soprattutto per ciò che concerne la sicurezza, delle varie versioni di Linux a livello di infrastrutture informatiche aziendali. Per esempio quello che vede il 76.4% delle aziende campione aver già pianificato di investire in nuovi sistemi server open source nei prossimi dodici mesi, dato che si raffronta con il 41,2% di Cio intenzionati ad incrementare la presenza di Windows e il 43,6% che afferma di voler diminuire o al massimo mantenere stabile il numero di macchine equipaggiate con il software made in Redmond.

Dati sicuramente interessanti che vanno comunque raffrontati con la realtà del mercato. Idc, in tal senso, attribuisce a Linux una quota del 17,5% nel mercato dei server in termini di valore. Ma l’interesse e la fiducia verso le piattaforme open è crescente e generalizzata e lo prova il fatto che il 60% delle aziende oggetto dell’indagine di cui sopra hanno dichiarato di voler utilizzare Linux per applicazioni mission critical mentre il 66% si sta orientando al software aperto per nuove implementazioni, preferendolo a Windows e Unix. In estrema sintesi ciò che emerge dallo studio della Foundation è il fatto che i Cio stanno oggi vedendo Linux come una risorsa più strategica per le loro organizzazioni rispetto a tre anni fa. Anche come piattaforma su cui sviluppare le proprie soluzioni cloud.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...