Arriva il Monitor Fujitsu 3D senza occhialini

Al Ces di Las Vegas la scorsa settimana, e prima ancora lo scorso agosto all’Ifa di Berlino, si sono intraviste le avanguardie di quello che sarà probabilmente uno dei tormentoni che accompagnerà le cronache hi-tech dei prossimi mesi. Quello del 3D “glasses free” o “glasses less”, e cioè gli schermi capaci di visualizzare agli occhi dell’utente immagini in tre dimensioni senza la necessità di dover calzare gli speciali occhialini.

Al momento, a godere di questa ennesima rivoluzione annunciata dell’entertainment in salsa digitale sono i televisori e le console di gioco (la Nintendo 3DS), più avanti sarà il turno di cellulari e notebook. Toshiba lancerà in Italia, dopo averlo già fatto in Giappone, un televisore 3D da 20 pollici con queste caratteristiche e ne ha appena presentato uno da 40 pollici in arrivo in Europa in primavera; la stessa casa giapponese ha messo in mostra al Ces un portatile Qosmio con identiche capacità e lo stesso ha fatto Lg Electronics con un display da 4,3 pollici sviluppato per i device mobili, smartphone in testa.

Ora, e la notizia arriva sempre dall’Estremo Oriente, la tecnologia 3D senza occhialini arriva per la prima volta anche a bordo di un computer da tavolo e precisamente del modello “all in one” Esprimo FMV FH99 di Fujitsu. La casa nipponica ha messo in mostra il prodotto nel suo quartier generale di Tokyo illustrando come il “segreto” della riproduzione stereoscopica “glasses free” risieda sostanzialmente in uno speciale pannello di conversione sovrapposto allo schermo a cristalli liquidi da 23 pollici (a risoluzione Full Hd) del pc. L’Esprimo 3D in questione, hanno inoltre confermato i portavoce della società, sarà in commercio in Giappone a partire dal 25 febbraio con prezzi presunti nell’ordine dei 250mila yen (l’equivalente di circa 2.400 euro) mentre non ci sono indicazioni sulle (comunque non escluse) prossime disponibilità sui mercati internazionali.

Il computer do Fujitsu gira su piattaforma Windows 7, sfrutta i processori quad core di ultima generazione di Intel (i chip Sandy Bridge a 32 nanometri) e, come chiaramente spiegato inoltre più in dettaglio uno degli ingegneri della casa giapponese, ha una precisa vocazione consumer. È quindi destinato a prendere posto in salotto e non in ufficio con credenziali tecniche sicuramente di livello, fra cui spiccano capacità di editing delle immagini, il lettore Blu Ray e soprattutto un ricevitore per la Tv digitale. L’incognita, comune del resto a tutti i display (televisori in primis) che vantano la peculiarità della visione in tre dimensioni senza occhialini, rimane quella dell’effettiva qualità visiva. E considerando che il 3D “nature” un po’ di fatica la sta facendo ad entrare in massa nelle case è lecito pensare per l’Esprimo di Fujitsu (e simil prodotti) un presente da prodotti di nicchia. In futuro, costi permettendo, si vedrà.

Al momento, a godere di questa ennesima rivoluzione annunciata dell’entertainment in salsa digitale sono i televisori e le console di gioco (la Nintendo 3DS), più avanti sarà il turno di cellulari e notebook. Toshiba lancerà in Italia, dopo averlo già fatto in Giappone, un televisore 3D da 20 pollici con queste caratteristiche e ne ha appena presentato uno da 40 pollici in arrivo in Europa in primavera; la stessa casa giapponese ha messo in mostra al Ces un portatile Qosmio con identiche capacità e lo stesso ha fatto Lg Electronics con un display da 4,3 pollici sviluppato per i device mobili, smartphone in testa.

Ora, e la notizia arriva sempre dall’Estremo Oriente, la tecnologia 3D senza occhialini arriva per la prima volta anche a bordo di un computer da tavolo e precisamente del modello “all in one” Esprimo FMV FH99 di Fujitsu. La casa nipponica ha messo in mostra il prodotto nel suo quartier generale di Tokyo illustrando come il “segreto” della riproduzione stereoscopica “glasses free” risieda sostanzialmente in uno speciale pannello di conversione sovrapposto allo schermo a cristalli liquidi da 23 pollici (a risoluzione Full Hd) del pc. L’Esprimo 3D in questione, hanno inoltre confermato i portavoce della società, sarà in commercio in Giappone a partire dal 25 febbraio con prezzi presunti nell’ordine dei 250mila yen (l’equivalente di circa 2.400 euro) mentre non ci sono indicazioni sulle (comunque non escluse) prossime disponibilità sui mercati internazionali.

Il computer do Fujitsu gira su piattaforma Windows 7, sfrutta i processori quad core di ultima generazione di Intel (i chip Sandy Bridge a 32 nanometri) e, come chiaramente spiegato inoltre più in dettaglio uno degli ingegneri della casa giapponese, ha una precisa vocazione consumer. È quindi destinato a prendere posto in salotto e non in ufficio con credenziali tecniche sicuramente di livello, fra cui spiccano capacità di editing delle immagini, il lettore Blu Ray e soprattutto un ricevitore per la Tv digitale. L’incognita, comune del resto a tutti i display (televisori in primis) che vantano la peculiarità della visione in tre dimensioni senza occhialini, rimane quella dell’effettiva qualità visiva. E considerando che il 3D “nature” un po’ di fatica la sta facendo ad entrare in massa nelle case è lecito pensare per l’Esprimo di Fujitsu (e simil prodotti) un presente da prodotti di nicchia. In futuro, costi permettendo, si vedrà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...