Apple senza Steve….cosa succederà?

Cosa succederà alla nave senza il suo capitano? Quale impatto ha sulle attività industriali di Apple il «periodo di malattia» che l’azienda ha concesso a Steve Jobs e che, secondo quando implicitamente scrive lo stesso Jobs nella email mandata a tutti i dipendenti della società per informarli della sua nuova convalescenza, potrebbe durare sino alla fine dell’anno?

Nel breve e medio periodo, probabilmente nessuno. Il problema casomai ci sarà nel medio-lungo periodo, oltre cioè i 18 mesi.
Le altre due volte in cui Steve Jobs ha lasciato il timone di Apple, infatti, non c’è stato rallentamento sui progetti già avviati e approvati dal vertice di Apple, cioè Jobs stesso. Il problema, invece, sono i nuovi progetti, sui quali Steve Jobs fa da filtro sia all’inizio, decidendo quali idee del centro di ricerca e sviluppo di Apple si potranno mettere in pratica, sia alla fine, decidendo se i prodotti realizzati potranno essere messi in produzione o dovranno essere ancora affinati.

I tempi si chiariscono bene con due esempi: Steve Jobs è stato finora in convalescenza altre due volte, da metà 2004 per una operazione di tumore al pancreas e da gennaio 2009 per il suo trapianto di fegato. Lo sviluppo dell’iPad, presentato a gennaio del 2010 e commercializzato a maggio di quell’anno, secondo gli analisti ha richiesto almeno due anni di lavoro: vale a dire che i progettisti di Apple hanno cominciato a lavorare sul progetto definito nei dettagli dopo maggio del 2008. Come ha anche dichiarato Jobs successivamente, il lavoro su iPad non è mai stato rallentato neanche dalla sua assenza. E il suo rientro alla guida è servito a dare il via libera finale al lavoro fatto internamente.
Invece, un fondamentale aggiornamento software per iPhone e iPad, cioè l’introduzione della versione iOS 4, secondo gli analisti è unanimemente arrivata con «almeno sei mesi di ritardo», lasciando oltretutto iPad con una versione sottopotenziata del sistema operativo fino a novembre 2010, mentre iPhone già da giugno aveva una versione più avanzata con varie funzionalità importanti tra cui il multitasking. Un doppio ritardo che è da imputare soprattutto alla mancanza di Jobs nel primo semestre dell’anno prima.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...