Egitto – rischio integralisti

Stimolate dalle notizie in arrivo dalla Tunisia, in cui si stava consumando la Rivoluzione dei Gelsomini, in Egitto la prime proteste di piazza si sviluppano il 25 gennaio al Cairo e ad Alessandria. Le parole d’ordine dei manifestanti sono analoghe a quelle che guidano la rivolta contro il regime di Ben Ali: basta con la corruzione, più lavoro, più libertà, prezzi meno alti per i beni di primo consumo e soprattutto stop al regime autoritario del “Faraone” Hosni Mubarak, al potere da trent’anni e da tempo impegnato ad aprire per il figlio Gamal una strada moquettata verso la sua successione. I disordini si diffondono in molte città (i morti, alla fine, saranno più di 350) mentre Piazza Tahrir al Cairo diventa il cuore geografico e simbolico della “Rivoluzione del Loto”.

Il 29 gennaio viene nominato vicepresidente l’ex capo dei Servizi egiziani, Omar Suleiman. Sarà lui ad annunciare, l’11 febbraio, la fine dell’era di Hosni Mubarak. Il potere passa temporaneamente all’esercito che dovrebbe accompagnare il paese verso future elezioni in cui, questo è il timore di molti sia in Egitto sia in Occidente, potrebbero avere un ruolo da protagonisti i Fratelli musulmani e altre organizzazioni islamiste. Intanto Mubarak, anziano e malato, si è ritirato lontano dal palcoscenico a Sharm el-Sheikh, anche se varie voci, in via di affievolimento, lo vorrebbero in procinto di trasferirsi in Germania, per cure urgenti. Intanto la Svizzera ha bloccato e sta controllando conti bancari riconducibili al Faraone. La situazione in Egitto resta tesa e oggi il premier inglese, David Cameron, è arrivato al Cairo per una visita non programmata.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...