Yemen

Da più di un mese decine di migliaia di persone animano manifestazioni antigovernative in Yemen. Nella capitale Sana’a gli studenti universitari sono stati particolarmente attivi nelle proteste, che chiedono un passo indietro al presidente Ali Abdullah Saleh, al potere dal 1978, prima nel solo Yemen del Nord e poi nel paese riunificato. Il presidente ha promesso che non si ricandiderà nelle elezioni del 2013, ma esclude di lasciare il suo posto prima di allora. I manifestanti lamentano, oltre all’autocrazia di Saleh, di cui si sospettano volontà di prolungamento dinastico del suo potere, anche la pessima gestione dell’economia del paese. Violenti scontri hanno opposto chi protesta e squadracce di picchiatori “controrivoluzionari” assoldati e armati dal governo. I morti nel paese sarebbero ormai una dozzina. Lo Yemen, uno dei paesi arabi più afflitti dalla povertà, è anche fortemente infiltrato da al Qaeda e da altre organizzazioni dell’estremismo islamista.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...